Le opere di don Didimo Mantiero





Mercoledì 22 settembre si è tenuto l’incontro organizzato da La Dieci con Carlo Mocellin, marito di Mariacristina Cella, dichiarata venerabile il 30 agosto 2021. La testimonianza ha voluto mettere in luce il modo con cui Cristina viveva la vita, caratterizzata da una profonda fede, una grande tensione e amore verso Dio. Una fede che l’ha portata molte volte ad interrogarsi sul suo ruolo nel mondo, portandola infine a donare la propria vita per quella del figlio nascituro.
“Abbiamo a che fare con un Dio che ci ama e vuole compiere grandi cose nella nostra vita: è possibile viverle nella nostra quotidianità, senza dover strafare, ma consapevoli di aver a che fare con un Dio che ti stravolge la vita, un Dio che ama con un amore forte, che va oltre a quello che conosciamo noi”, è stato l'invito di Carlo, che ha letto dei passaggi dei diari che teneva la moglie. La sua fede profondissima la portava infatti a desiderare di conformarsi il più possibile a Cristo: “devo liberarmi dai condizionamenti che mi inducono a comportarmi nel modo che non è quello più giusto, devo cioè imparare a vivere tenendo presente il più grande maestro di vita, Gesù, nell’amore e non nella discordia, portando la mia croce con gioia e nella sofferenza accettando la volontà di Dio e i compagni così come sono.”

Pagina 6 di 112